25 settembre 2009

DILEMMA LAVORO

mi è arrivata fresca fresca un'offerta di lavoro in una biblioteca, per una cooperativa per cui ho già lavorato e con cui mi trovavo molto bene.
Il punto è che faccio accetto?
Da quando è nato lo gnomo mi ero inventata questo lavoro da libera professionista come educatrice teatrale e narratrice che mi gratifica molto ma non a livello economico, ma mi lascia molto tempo da dedicare allo gnomo.
Facciamo la classica lista dei pro e dei contro del lavoro in biblioteca.
Pro
Orario fisso
stipendio fisso
sicurezza per i prossimi 2 anni
lavoro che ho già fatto 
mi piace
vicino casa
potrei continuare a fare le narrazioni

Contro
lavorerei 3/4 pomeriggi a settimane(oltre 4 mattine)
lo gnomo andrebbe di più al nido
un solo pomeriggio con lo gnomo
dovrei disdire tutti i laboratori già fissati


Insomma diciamo che i contro riguardano lo gnomo. 
Ne ho parlato con una mia amica che è anche educatrice e dice che sarà più difficile per me che lo gnomo stia con i nonni che per lui starci.
E forse anche questo è vero!
Io intanto sto contrattando con il babbo che nel caso fossero 4 i pomeriggi in cui lavorerei 1 dovrebbe andare lui a prenderlo. 
Facciamo i figli e poi li lasciamo ai nonni, al nido ecc... oppure anche noi mamme siamo donne e abbiamo il diritto di lavorare come gli uomini?
Non so cosa è giusto però a me piace che il mio gnomo vada al nido fino all'una, mi piace andarlo a prendere io in bici e tutta rilassata, passare i pomeriggi con lui al parco, in biblioteca o a casa a giocare.
Non so ancora se accettare ma ci sto facendo più di un pensiero.


7 commenti:

beba ha detto...

Ora come ora con la crisi lavorativa che c'è avere due anni di lavoro solido beh io accetterei.
In fondo sono certa che comunque, come ogni mamma lavoratrice, tu riusciresti lo stesso a dare al tuo bimbo tutte le attenzioni di cui ha bisogno essendo ancora piccolo.
Poi quello che penso sul serio è che l'unica cosa che devi fare è decidere seguendo il tuo cuore.
Quella sarà la cosa giusta.
quella di cui non ti pentirai mai.
Aver fatto quello che in quel momento reputavi più giusto per tuo figlio... fosse per esempio scegliere la tua presenza.

rosita ha detto...

Hai ragione.
Probabilmente accetterò, ma non ti nego che mi si stringe il cuore a pensare di stare con lo gnomo meno tempo, è vero che conta la qualità del tempo.
Ma per me sarà molto dura comunque.
ti ringrazio per la risposta
un abbraccio

beba ha detto...

:-) ricambio l'abbraccio... stretto stretto.
A volte credo che non ci siano prove più difficili per noi che scegliere.
Scegliere di lasciarli.
Ma, a volte, fa bene anche se fa male ( scusa il gioco di parole).
E tra noi comprendiamo la fatica che si fa ad accettare queste prove.

Mamma che fatica! ha detto...

Accetta al volo!!

Mamma che fatica! ha detto...

Vorrei aggiungere che se mi invii una descrizione dell'attività che ti sei inventata da casa, pubblico un post su di te, se sei d'accordo, sul mio blog (perché sarebbe in tema). Che ne dici?

rosita ha detto...

Grazie ragazze,
Ho accettato...
ora c'è da vedere se vinciamo l'appalto quindi sarà poi il destino a decidere per me.
Caterina grazie per la proposta, il lavoro è un po' da casa e un po' fuori casa, comunque ti scrivo una mail (con calma) così ti spiego poi tu valuterai se è il caso o no di scrivere un post.
buona settimana a tutte

Mamma che fatica! ha detto...

Ok Rosita, ricordati per favore di indicare come e quando ti è venuta in mente l'idea e che difficoltà hai incontrato nel metterla in pratica. Aspetto l'email!